Crea sito

Ictus News by Xagena

Associazione tra l’uso di inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina dopo emorragia intracerebrale con recidiva di emorragia e gravità della depressione

Gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( SSRI ) sono ampiamente impiegati per trattare la depressione post-ictus, ma sono associati a una maggiore incidenza di prima emorragia int …


 

Carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi ed esiti dell’ictus

Per valutare il rischio della carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi ( G6PD ) sulla prognosi dell’ictus, sono stati confrontati gli esiti tra i pazienti con ictus con e senza deficit di G6PD. L …


 

Rischio di ictus ischemico nei pazienti con malattia da coronavirus 2019 COVID-19 rispetto ai pazienti con influenza

Non è chiaro se la malattia da coronavirus 2019 ( COVID-19 ) sia associata a un rischio più elevato di ictus ischemico di quanto ci si aspetti da un’infezione respiratoria virale. È stato confronta …


 

Evoluzione dell’aterosclerosi carotidea con una concentrazione di colesterolo LDL target inferiore a 70 mg/dl dopo ictus ischemico di origine aterosclerotica

Lo studio TST ( Treat Stroke to Target ) ha mostrato il vantaggio di mirare a una concentrazione di colesterolo LDL inferiore a 70 mg/dl in termini di riduzione del rischio di eventi cardiovascolari m …


 

Danno renale sugli esiti clinici a seguito di ricanalizzazione endovascolare

È stata determinata l’influenza del danno renale sugli esiti clinici a 3 mesi e il rischio di ictus ricorrente nei pazienti che presentano occlusione emergente dei grandi vasi ( ELVO ) trattata con tr …


 

Trombectomia meccanica nei pazienti anticoagulati: anticoagulanti orali diretti versus antagonisti della vitamina K

La trombectomia meccanica ( MT ) è uno dei principali trattamenti per l’ictus ischemico acuto nei pazienti in terapia anticoagulante efficace. L’uso di anticoagulanti orali diretti ( DOA ) è aumenta …


 

Confronto tra due target di colesterolo LDL dopo ictus ischemico

Si raccomanda l’uso di una terapia ipolipemizzante intensiva per mezzo di statine dopo attacco ischemico transitorio ( TIA ) e ictus ischemico di origine aterosclerotica. Il livello target per il co …


 

Ictus ischemico acuto negli adolescenti

L’adolescenza rappresenta un periodo di transizione tra l’infanzia e l’età adulta e in questa popolazione esistono solo informazioni limitate sulle caratteristiche dell’ictus. Sono state descritte l …


 

Prevalenza, predittori e prognosi della stenosi intracranica sintomatica nei pazienti con attacco ischemico transitorio o ictus minore

La stenosi intracranica sintomatica conferisce un alto rischio di ictus ricorrente, ma due precedenti studi ( SAMMPRIS e VISSIT ) non hanno mostrato la superiorità dello stenting della stenosi intracr …


 

Effetto della coesistenza di malattia vascolare sul rischio a lungo termine di eventi ricorrenti dopo attacco ischemico transitorio o ictus

Si è determinato se i pazienti con attacco ischemico transitorio ( TIA ) o ictus ischemico con malattie cardiovascolari coesistenti ( cioè storia di malattia coronarica o malattia arteriosa periferica …


 

Controllo della pressione arteriosa ed esiti clinici nell’emorragia intracerebrale acuta

Persiste incertezza sugli effetti dell’abbassamento della pressione arteriosa nell’emorragia intracerebrale acuta. Sono stati combinati i dati individuali a livello di paziente dai due più grandi st …


 

Terapia antitrombotica a lungo termine e rischio di emorragia intracranica da malformazioni cavernose cerebrali

La terapia antitrombotica ( anticoagulante o antipiastrinica ) viene omessa in alcuni pazienti con malformazioni cavernose cerebrali, a causa dell’incertezza sulla sicurezza di questi farmaci in tali …


 

Associazione tra sostituzione transcatetere della valvola aortica e ictus postprocedurale precoce

La riduzione dell’ictus postprocedurale è importante per migliorare la sicurezza della sostituzione transcatetere della valvola aortica ( TAVR ). Sono state valutate le tendenze di ictus entro 30 gi …


 

I pazienti con ictus e comorbilità psichiatriche presentano più bassi tassi di rivascolarizzazione carotidea

Si è determinato se la malattia mentale sia associata a tassi più bassi di endoarteriectomia carotidea ( CEA ) / stenting dell’arteria carotidea ( CAS ) dopo ictus a causa della stenosi carotidea. …


 

Anticoagulazione orale nei pazienti con malattia renale cronica

I dati oggettivi sull’efficacia e la sicurezza di Warfarin e degli anticoagulanti orali non-antagonisti della vitamina K ( NOAC ) tra i pazienti con malattia renale cronica ( CKD ) rimangono scarsi. …