Crea sito

Alaska: nuovo caso di reazione allergica al vaccino anti-COVID di Pfizer / BioNTech

Alaska: nuovo caso di reazione allergica al vaccino anti-COVID di Pfizer / BioNTech

Una operatrice sanitaria dell’Alaska ha avuto una grave reazione allergica dopo la somministrazione del vaccino anti-COVID di Pfizer / BioNTech.

E’ una reazione allergica simile a quelle dei due casi che si sono verificati in Gran Bretagna.

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha lanciato un WARNING riferito alle vaccinazioni per le persone che hanno avuto in passato gravi reazioni allergiche ai vaccini e ai loro componenti.

Le Autorità sanitarie hanno riferito che le condizioni della paziente sono stabili, dopo la somministrazione in emergenza di Epinefrina, anche se è ancora ricoverata in osservazione al Juneau’s Bartlett Regional Hospital.

La reazione allergica si è verificata alcuni minuti dopo la somministrazione della dose del vaccino ed è stata simile a quelle dei due casi segnalati nel Regno Unito. Casi che avevano spinto l’Agenzia del farmaco britannica, MHRA, a sconsigliare la somministrazione del vaccino alle persone con storia di anafilassi e gravi reazioni allergiche.

Diversa, invece, è la posizione della FDA. L’Ente regolatorio americano ha lanciato il WARNING solo per le persone che hanno avuto in passato gravi reazioni allergiche ai vaccini e ai loro componenti.

Secondo Pfizer il vaccino viene fornito con il chiaro avvertimento che un trattamento medico e una supervisione appropriati dovrebbero essere sempre prontamente disponibili in caso di anafilassi e si è detta disponibile, se necessario, ad aggiornare il foglietto illustrativo.

L’ex chief scientist della FDA, Jesse Goodman, ha definito “preoccupante” la reazione allergica dell’operatore sanitario dell’Alaska.

VIDEO: https://lnkd.in/dW2Q-eN via @YouTube

Iscrizione gratuita alle Newsletter di Medicina by Xagena: XagenaWeb.it

Stati Uniti: l’FDA ha autorizzato il vaccino Pfizer-BioNTech per uso emergenziale

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ), ha autorizzato il vaccino COVID-19 di Pfizer / BioNTech per l’uso d’emergenza nelle persone di età pari o superiore a 16 …


 

MHRA, Gran Bretagna: le persone con allergie gravi non devono essere vaccinate con il vaccino BNT162b2 ( COVID-19 mRNA )

L’Autorità di regolamentazione della Gran Bretagna, MHRA, ha informato che le persone con una storia di reazioni allergiche significative non devono ricevere il vaccino anti-COVID-19 di Pfizer / BioN …


 

Candidato vaccino mRNA-1273: l’analisi primaria di efficacia dello studio di fase 3 COVE, che ha coinvolto 30.000 partecipanti, ha incluso 196 casi di COVID-19, di cui 30 casi gravi

Moderna, una società di biotecnologia pioniera di terapie e vaccini con RNA messaggero ( mRNA ), ha annunciato che l’analisi di efficacia primaria dello studio di fase 3 del candidato vaccino mRNA-127 …


 

COVID-19: autorizzazione all’uso d’emergenza da parte di FDA per la terapia a base di due anticorpi monoclonali, Casirivimab e Imdevimab, sviluppata da Regeneron

L’Agenzia regolatoria statunitense, FDA, ha rilasciato l’autorizzazione all’uso d’emergenza ( EUA ) per la terapia sviluppata da Regeneron a base di due anticorpi monoclonali, Casirivimab e Imdevimab, …


 

Il vaccino AZD1222 ha raggiunto l’endpoint primario di efficacia nella prevenzione del COVID-19

I risultati di un’analisi ad interim di studi clinici sul candidato vaccino AZD1222 nel Regno Unito e in Brasile hanno dimostrato che il vaccino è risultato altamente efficace nel prevenire COVID-19, …


 

L’FDA ha autorizzato Baricitinib in associazione a Remdesivir per il trattamento di COVID-19

L’FDA ( Food and Drug Administration ) statunitense ha rilasciato l’autorizzazione all’uso di emergenza ( EUA ) per l’inibitore della Janus chinasi Baricitinib ( Olumiant ) in combinazione con Remdes …


 

COVID-19: i dati intermedi dello studio COVE hanno mostrato un’efficacia del 94.5% per il vaccino mRNA-1273 di Moderna

Il vaccino mRNA-1273 di Moderna, in fase di sviluppo per prevenire il COVID-19, ha raggiunto una efficacia del 94.5% dai primi dati esaminati, ed è risultato complessivamente ben tollerato. Il prodot …


 

Leucemia linfatica cronica: Calquence, un inibitore selettivo di BTK, approvato nell’Unione Europea

Acalabrutinib ( Calquence ), un inibitore selettivo della tirosin chinasi di Bruton ( BTK ) di nuova generazione, è stato approvato nell’Unione Europea ( UE ) per il trattamento dei pazienti adulti co …


 

Il vaccino sperimentale BNT162b2 ha mostrato una efficacia del 90% in una prima analisi ad interim

Pfizer e BioNTech hanno annunciato che il vaccino sperimentale BNT162b2 è efficace nel 90% dei casi. I risultati sono incoraggianti. Le fasi 1 e 2 degli studi, nel corso dell’estate, avevano misura …


 

Trattamento di COVID-19: prove conclusive sull’efficacia di Remdesivir, Idrossiclorochina, Lopinavir / Ritonavir e Interferone – Solidarity Therapeutics Trial dell’OMS

In soli 6 mesi, il più grande studio di controllo randomizzato del mondo sulle terapie anti-COVID-19 ha generato prove conclusive sull’efficacia dei farmaci proposti per il trattamento del COVID-19. …


 

Studio ACTT-2: Baricitinib esercita un effetto significativo sul tempo di recupero nei pazienti COVID-19 che richiedono Ossigeno

Baricitinib in combinazione con Remdesivir ( Veklury ) ha ridotto il tempo di recupero e migliorato gli esiti clinici dei pazienti con infezione da COVID-19 rispetto al solo Remdesivir. Questa scoper …


 

Eli Lilly e Johnson & Johnson hanno sospeso due studi su COVID-19

Non è insolito che le sperimentazioni in fase avanzata di farmaci e vaccini vengano interrotte per un breve periodo per esaminare i problemi di sicurezza emersi. Per lo sviluppo di un vaccino per i …


 

Bamlanivimab ed Etesevimab, due anticorpi neutralizzanti per SARS-CoV-2

I dati di una nuova analisi ad interim dello studio clinico BLAZE-1 hanno mostrato che la terapia di combinazione con due anticorpi neutralizzanti per SARS-CoV-2 ha ridotto la carica virale, i sintomi …


 

Mesotelioma pleurico maligno: l’FDA ha approvato la combinazione di Opdivo e Yervoy

Opdivo ( Nivolumab ) è stato approvato dalla FDA in combinazione con Yervoy ( Ipilimumab ) per il trattamento degli adulti con mesotelioma pleurico maligno non-resecabile. Questo è il primo regime fa …


 

Carcinoma a cellule renali: risultati positivi per Nivolumab associato a Cabozantinib

Uno studio ha mostrato una riduzione del 40% del rischio di morte tra i pazienti con carcinoma renale, precedentemente non-trattati, che avevano ricevuto Nivolumab ( Opdivo ) più l’inibitore della tir …