Crea sito

Farmaci Newsletter

ALERT Farmaci !

Top News / Donne & Osteoporosi

Osteoporosi: le donne sottoposte a terapia con bifosfonati sono ancora a rischio di fratture

Uno studio ha mostrato che le donne che vengono trattate con bifosfonati per almeno 2 anni rimangono a rischio di fratture. Il 7% è andata incontro a fratture osteoporotiche e il 35% a fratture in ge …

Diabetologia

Sildenafil può migliorare la sensibilità all’insulina nel prediabete

Uno studio ha mostrato che la sensibilità all’insulina nei pazienti con pre-diabete è risultata migliorata con il trattamento a base di Sildenafil ( Viagra ). Inoltre, è stata riscontrata una riduzio …

Nefrologia

Roxadustat corregge l’anemia nei pazienti in emodialisi e in dialisi peritoneale

I problemi di sicurezza associati agli analoghi dell’Eritropoietina e del Ferro per via endovenosa ( IV ) per il trattamento dell’anemia nella malattia renale cronica ( CKD ) inducono allo sviluppo di …

Neurologia

Il sistema di infusione intestinale continua migliora i sintomi non-motori nel Parkinson avanzato

Un gel a base di Levodopa e Carbidopa ( Europa: Duodopa; Stati Uniti: Duopa ) che viene introdotto direttamente nel duodeno riduce i sintomi non-motori nella malattia di Parkinson in fase avanzata. …

Oncologia

Sopravvivenza, risposta e sicurezza in pazienti con carcinoma a cellule renali avanzato, precedentemente trattati, in terapia con Nivolumab

Il blocco della molecola sulla superficie cellulare ad azione inibitoria della morte programmata-1 ( PD-1 ) sulle cellule immunitarie utilizzando l’anticorpo completamente umano immunoglobulina G4 Niv …

Pembrolizumab versus chemioterapia nel trattamento del melanoma refrattario a Ipilimumab

I pazienti con melanoma che progredisce con Ipilimumab ( Yervoy ), se positivo alla mutazione BRAF V600, con un inibitore di BRAF o un inibitore di MEK o entrambi, hanno poche opzioni di trattamento. …

Immunoterapia per il cancro della vescica avanzato: l’espressione di PD-L1 è correlata alla risposta ad Atezolizumab, un anticorpo monoclonale diretto contro PD-L1

I primi risultati di uno studio pilota di fase II, IMvigor 210, che ha valutato l’immunoterapico Atezolizumab ( farmaco anti-PDL1; MPDL3280A ) nelle persone con carcinoma uroteliale localmente avanza …

Nivolumab versus Docetaxel nel tumore del polmone non-a-piccole cellule non-squamoso in stadio avanzato

Nivolumab ( Opdivo ), un anticorpo IgG4 completamente umano inibitore del checkpoint immunitario PD-1 ( morte programmata 1 ), è in grado di interrompere la segnalazione mediata da PD-1 e ripristinare …

Pneumologia

Asma moderata-grave non ben controllata: Lebrikizumab ha migliorato il tasso di esacerbazioni dell’asma e la funzionalità polmonare

LUTE e VERSE sono due studi, randomizzati, in doppio cieco, controllati con placebo, che hanno valutato dosi multiple di Lebrikizumab, un anticorpo monoclonale umanizzato, che si lega e blocca l’attiv …

Fibrosi polmonare idiopatica: Nintedanib rallenta la progressione della malattia

Nei due studi di fase III INPULSIS, controllati con placebo, della durata di 52 settimane, Nintedanib ( Ofev ) 150 mg due volte al giorno ha ridotto significativamente il tasso di declino della capac …

Fibrosi polmonare idiopatica: Pirfenidone riduce la progressione della malattia

In due di tre studi di fase 3, Pirfenidone ( Esbriet ), una terapia orale antifibrotica, ha ridotto la progressione della malattia, come misurato dal declino della capacità vitale forzata ( FVC ) o la …

Terapia del dolore oncologico

Dolore oncologico nel paziente anziano – La scala analgesica WHO può essere considerata il gold standard nel trattamento del dolore da cancro nel paziente anziano ?

La scala analgesica WHO nel trattamento del dolore da cancro è efficace nel trattamento del dolore da cancro in oltre 80% dei pazienti ( Livello di evidenza 4 ); parimenti, un approccio sequenziale ch …

Dolore oncologico nel paziente anziano – Quali farmaci del I gradino possono essere raccomandati nel trattamento del dolore da cancro lieve nel paziente anziano ?

Pur esistendo in letteratura una serie di esperienze volte a limitare il significato dei FANS ( farmaci antinfiammatori non-steroidei ) nell’approccio sequenziale al dolore da cancro secondo la scala …

Dolore oncologico nel paziente anziano – I farmaci del III gradino possono essere raccomandati nel trattamento del dolore moderato-grave dell’anziano ?

Riguardo all’uso dei farmaci oppioidi ( oppioidi deboli ed oppioidi forti ), pur non esistendo dati univoci in letteratura, le evidenze a sostegno di un loro impiego nel paziente anziano con dolore da …

Dolore oncologico nel paziente anziano – Quale ruolo per i farmaci adiuvanti nel trattamento del dolore da cancro dell’anziano ?

Le evidenze a sostegno della efficacia dei farmaci adiuvanti nel trattamento del dolore da cancro nel paziente anziano sono piuttosto modeste e scarsamente significative ( Livello di evidenza 4 ), in …

MediExplorer.it :: Motore di ricerca in Medicina

Position statement dell’AACE Scientific Committee su terapia di sostituzione con Testosterone e rischio cardiovascolare

L’American Association of Clinical Endocrinologists ( AACE ) ha rilasciato una dichiarazione di posizione ( Position statement ), sottolineando la mancanza di evidenza che lega la terapia sostitutiva a base di Testosterone con gli eventi … Leggi

Il trattamento con statine riduce il rischio di crisi convulsive post-ictus

È stata esaminata la potenziale efficacia del trattamento con statine nel ridurre il rischio di convulsioni post-ictus. In uno studio di coorte, sono stati arruolati pazienti con un primo ictus ischemico e senza storia di epilessia prima … Leggi

PRAC – L’Ibuprofene associato a un piccolo aumento del rischio cardiovascolare con dosaggi giornalieri di 2.400 mg o superiori

Il Comitato di Valutazione dei rischi per la farmacovigilanza ( PRAC ) dell’EMA ( European Medicines Agency ) ha completato una revisione che ha confermato un piccolo aumento del rischio di problemi cardiovascolari, come infarto del miocardio o … Leggi

Malattia diabetica Newsletter by Xagena

ALERT Diabete mellito !

Il Punto Cardiometabolico

Empagliflozin apporta benefici cardiovascolari indipendenti dalla insufficienza cardiaca basale nei pazienti con diabete mellito di tipo 2

I pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2 ad alto rischio cardiovascolare trattati con l’antid .

Approfondimento

Diabete di tipo 2: la riduzione del rischio di ricovero per insufficienza cardiaca o mortalità cardiovascolare con Empagliflozin interessa pazienti sia con insufficienza cardiaca sia senza

Nuovi risultati di una sottoanalisi dello studio EMPA-REG OUTCOME, hanno mostrato come, in pazienti con diabete mellito di tipo 2 ad alto rischio di eventi cardiovascolari, la riduzione del rischio di …

News sul Diabete mellito

Sildenafil può migliorare la sensibilità all’insulina nel prediabete

Uno studio ha mostrato che la sensibilità all’insulina nei pazienti con pre-diabete è risultata migliorata con il trattamento a base di Sildenafil ( Viagra ). Inoltre, è stata riscontrata una riduzio …

L’inquinamento atmosferico aumenta il rischio di malattie cardiovascolari nelle donne con diabete

Una ricerca ha mostrato che le donne affette da diabete mellito esposte a lungo termine a inquinamento da traffico vanno incontro a un aumento del rischio del 44% per le malattie cardiovascolari e a u …

Le statine a intensità moderata possono ridurre l’insufficienza cardiaca nel diabete mellito di tipo 2

Da uno studio è emerso che la terapia con statine a intensità moderata riduce l’incidenza di insufficienza cardiaca nel diabete mellito di tipo 2 rispetto a una statina a bassa intensità o a nessuna s …

Farmacovigilanza

Avvertenza dell’FDA: rischio di infezioni con gli inibitori SGLT2, farmaci antidiabetici

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha inserito un’ulteriore avvertenza nella scheda tecnica dei farmaci per il diabete di tipo 2 a base di inibitori del co-t …

CardioMetabolismo :: CardioMetabolismo.it

I cittadini degli Stati Uniti hanno conoscenze inesatte sullo scompenso cardiaco

Quasi sei milioni di cittadini degli Stati Uniti attualmente soffrono di insufficienza cardiaca, ma …

Anticoagulanti: sicurezza di Dabigatran nella normale pratica clinica in corso di fibrillazione atriale non-valvolare

Un’analisi dei dati di pazienti anziani arruolati in Medicare ha messo a confronto la sicurezza di D …

Dagli anticorpi monoclonali anti-PCSK9 all’interferenza dell’RNA, novità nel trattamento della ipercolesterolemia

L’approvazione degli anticorpi monoclonali anti-PCSK9, Evolocumab ( Repatha ) e Alirocumab ( Praluen …

FarmaExplorer.it :: il Motore di Ricerca sui farmaci per i medici

Lixisenatide presenta un rischio cardiovascolare neutro negli adulti con diabete di tipo 2 ad alto rischio di malattia cardiovascolare

L’agonista del recettore GLP-1 Lixisenatide ( Lyxumia ) abbassa l’emoglobina glicosilata ( HbA1c ) e non è associato né a beneficio né a rischio cardiovascolare negli adulti con diabete mellito di tipo 2 ad alto rischio di eventi … Leggi

L’uso frequente degli antibiotici può aumentare il rischio di diabete mellito di tipo 2

Le persone, che si sottopongono a più terapie antibiotiche, presentano un più alto rischio di sviluppare diabete mellito di tipo 2. I ricercatori hanno utilizzato i dati provenienti da tre registri sanitari danesi. Sono state esaminate le … Leggi

Diabete mellito di tipo 2 – Inibitori SGLT2: i benefici sono superiori al rischio di chetoacidosi diabetica

Gli inibitori SGLT2 ( cotrasportatore di sodio-glucosio di tipo 2 ) dovrebbero continuare ad essere assunti dai pazienti con diabete mellito, in linea con le attuali raccomandazioni dell’American Association of Clinical Endocrinologists ( AACE ) e … Leggi

Diabete mellito Newsletter by Xagena

ALERT Diabete mellito !

Top News / Diabete & Demenza

Il Pioglitazone riduce la demenza negli adulti con diabete mellito di tipo 2

Gli adulti con diabete mellito di tipo 2 che assumono l’agonista PPAR, Pioglitazone ( Actos ), presentano una minore incidenza di sviluppare demenza rispetto alle persone senza diabete. In un’anali …

Focus On: Diabete mellito di tipo 1

La tripla terapia migliora la glicemia nel diabete mellito di tipo 1

La combinazione di Insulina, un agonista del recettore GLP-1 e un inibitore SGLT-2, ha migliorato significativamente la glicemia nei pazienti con diabete mellito di tipo 1. Esiste, tuttavia, un possi …

Focus On: Sicurezza cardiovascolare dei farmaci per il diabete

Alogliptin e placebo, con o senza ACE-inibitori, presentano esiti cardiovascolari simili

Dallo studio EXAMINE è emerso che l’uso di Alogliptin ( USA: Nesina; Europa: Vipidia ), un inibitore DPP-4, rispetto al placebo con e senza ACE inibitori ( inibitori dell’enzima di conversione dell’an …

Studio TECOS: profilo di sicurezza cardiovascolare per Sitagliptin nei pazienti con diabete mellito di tipo 2

I dati di TECOS ( Trial Evaluating Cardiovascular Outcomes with Sitagliptin ), uno studio di non-inferiorità controllato con placebo sulla sicurezza cardiovascolare di Sitagliptin ( Januvia ), un inib …

Lixisenatide presenta un rischio cardiovascolare neutro negli adulti con diabete di tipo 2 ad alto rischio di malattia cardiovascolare

L’agonista del recettore GLP-1 Lixisenatide ( Lyxumia ) abbassa l’emoglobina glicosilata ( HbA1c ) e non è associato né a beneficio né a rischio cardiovascolare negli adulti con diabete mellito di tip …

News Diabete mellito

Incidenza di diabete mellito di tipo 2 dopo chirurgia bariatrica

L’effetto delle procedure chirurgiche bariatriche attualmente utilizzate sullo sviluppo del diabete nelle persone obese non è ben definito. Uno studio ha valutato l’effetto della chirurgia bariatrica …

Inibizione di HMG-coenzima A reduttasi e aumentato rischio di diabete mellito di tipo 2 con le statine

Le statine aumentano il rischio di nuova insorgenza di diabete mellito di tipo 2. Una ricerca ha valutato se tale aumento di rischio sia una conseguenza della inibizione della 3-idrossi-3-metilglutar …

FarmaExplorer :: Motore di Ricerca sui Farmaci per i Medici

Effetto della Metformina sulla funzione ventricolare sinistra dopo infarto miocardico acuto nei pazienti senza diabete

Il trattamento con Metformina ( Glucophage, MetBay ) è associato a un miglioramento dell’esito dopo infarto miocardico nei pazienti con diabete. Negli studi sperimentali sugli animali la Metformina preserva la funzione ventricolare … Leggi

Acarbosio versus Metformina come terapia iniziale in pazienti con diabete mellito di tipo 2 di nuova diagnosi

La Metformina è l’unica terapia orale ipoglicemica di prima linea per il diabete mellito di tipo 2 raccomandato dalle lineeguida internazionali con provata efficacia, sicurezza e convenienza. Tuttavia, sono disponibili poche informazioni sul … Leggi

Le statine appaiono ridurre le complicanze microvascolari nei pazienti con diabete mellito

Lo sviluppo delle comuni complicanze del diabete mellito che possono essere causa di cecità e amputazioni possono essere ridotte con l’assunzione di statine, questa è l’indicazione di una ricerca pubblicata su The Lancet Diabetes & … Leggi

 

Farmaci per il Diabete: Empagliflozin by Xagena

Informazioni sul Diabete mellito by Xagena

Diabete – DiabeteMellito.net

Diabete, Diabete mellito, Newsletter Diabete, Newsletter Diabete mellito, Diabete Newsletter, Diabete mellito Newsletter, Terapia del Diabete Newsletter, Farmaci per Diabete Newsletter, Diagnosi di diabete Newsletter, Diabete News, Diabete mellito news, Farmaci antidiabetici, Novità nella terapia del diabete, 

Diabete di tipo 2

Riduzione dell’incidenza del diabete di tipo 2: cambiamenti …

Emoglobina glicata

Ruolo dell’emoglobina glicata nella previsione del futuro …

Farmaci

Diabete mellito: l’impiego di prima linea della Metformina riduce la …

Colesterolo

Alta incidenza di bassi valori di colesterolo HDL nei soggetti …

Infarto miocardico

Nei pazienti con infarto miocardico acuto l’iperglicemia è associata …

Diabete mellito di tipo 2

I pazienti con diabete mellito di tipo 2 presentano complicanze …

Diabete mellito di tipo 1

Diabete mellito di tipo 1: la terapia insulinica intensiva riduce il …

Fumo

Il fumo di sigaretta è un noto fattore predittivo di diabete mellito di …

Glucophage

Risultati ricerca per “Glucophage” … ( Glucophage ) o alla …

Associazione tra peso e …

È stata verificata l’associazione tra peso e mortalità negli adulti con …

Informazioni sul Diabete mellito by Xagena

MediExplorer.it, il Database di News per i Medici – Diabete mellito

 

Le statine appaiono ridurre le complicanze microvascolari nei pazienti con diabete mellito

Lo sviluppo delle comuni complicanze del diabete mellito che possono essere causa di cecità e amputazioni possono essere ridotte con l’assunzione di statine, questa è l’indicazione di una ricerca pubblicata su The Lancet Diabetes & … Leggi

Liraglutide riduce il peso corporeo nei pazienti con obesità e prediabete

I pazienti con obesità che sono a rischio di prediabete potrebbero perdere peso e ottenere altri benefici assumendo Liraglutide ( Victoza ). Liraglutide al dosaggio di 3 mg, in aggiunta alla dieta e all’esercizio fisico, è risultata efficace e … Leggi

Diabete mellito di tipo 2 nella mezza età e scarso controllo glicemico come fattori di rischio per il declino cognitivo in età avanzata

Il diabete mellito di tipo 2 aumenta il rischio di demenza, ma non è chiaro se abbia effetti sulla capacità cognitiva prima dell’età avanzata. Uno studio ha valutato se la durata del diabete mellito di tipo nella tarda mezza età e uno … Leggi