Crea sito

Aritmologia News by Xagena

Defibrillatori cardioverter impiantabili nei pazienti precedentemente non-diagnosticati con tachicardia ventricolare polimorfa catecolaminergica, rianimati da arresto cardiaco improvviso

Nei pazienti con tachicardia ventricolare polimorfa catecolaminergica ( CPVT ), gli shock da defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) sono talvolta inefficaci e possono persino scatenare tempe …


 

Esito dei pazienti con tachicardia ventricolare intraospedaliera e arresto da fibrillazione ventricolare durante l’utilizzo di un defibrillatore cardioverter indossabile

È stato riportato che gli arresti cardiaci improvvisi in ospedale che si verificano durante le ore notturne e durante il fine settimana o all’interno di aree non monitorate hanno esiti peggiori rispet …


 

Defibrillatori cardioverter impiantabili in bambini e adolescenti con sindrome di Brugada

I giovani pazienti che presentano una sindrome di Brugada sintomatica presentano rischi molto elevati per le aritmie ventricolari e devono essere attentamente considerati per il posizionamento del def …


 

Denervazione simpatica cardiaca per aritmie ventricolari refrattarie

La denervazione simpatica cardiaca ha dimostrato di ridurre il carico di shock di defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) in piccole serie di pazienti con cardiopatia strutturale e tachiaritm …


 

Efficacia della ablazione transcatetere della tachicardia ventricolare nei pazienti con cardiomiopatia dilatativa non-ischemica

A causa della complessità dei substrati sottostanti l’ablazione transcatetere della tachicardia ventricolare nei pazienti con cardiomiopatia dilatativa non-ischemica presenta delle difficoltà. L’obi …


 

Differenze nei risultati clinici e funzionali della fibrillazione atriale in uomini e donne

Nonostante la frequenza della fibrillazione atriale nella pratica clinica, si sa relativamente poco sulle differenze di sesso nei sintomi e nella qualità di vita e sul modo in cui possono influenzare …


 

Bassi livelli sierici di 25-Idrossivitamina-D non sono associati a fibrillazione atriale incidente in una coorte basata sulla comunità

Uno studio ha valutato la potenziale associazione tra 25-Idrossivitamina D [ 25(OH)D ] circolante e il rischio di fibrillazione atriale. Sono stati studiati 12303 partecipanti allo studio ARIC ( A …


 

Nuovi anticoagulanti orali nei pazienti con fibrillazione atriale: efficacia comparativa e sicurezza

Uno studio ha confrontato l’efficacia e la sicurezza dei nuovi anticoagulanti orali ( NOAC ), che, fino a oggi, non sono stati direttamente confrontati in studi randomizzati e controllati. I rice …


 

Impianto transcatetere della valvola aortica: le aritmie ventricolari sono comuni nei pazienti con stenosi aortica

L’impianto transcatetere di valvola aortica ( TAVI ) è un trattamento terapeutico per i pazienti con grave stenosi aortica ad alto rischio chirurgico. Anche se la procedura è associata a una riduzion …


 

Efficacia della ablazione transcatetere della fibrillazione atriale

È noto che l’efficacia della ablazione a breve-medio termine ( 1 anno ) varia in rapporto a una serie di fattori, in particolare al tipo di fibrillazione atriale. Essa è decisamente più elevata nei so …


 

Rischio di aritmie e morte improvvisa nei pazienti con preeccitazione asintomatica

L’incidenza di morte cardiaca improvvisa e la gestione del rischio in pazienti con pre-eccitazione asintomatica rimangono controverse. Una metanalisi ha definito l’incidenza di morte cardiaca improv …


 

Stimolazione ventricolare programmata invasiva precoce dopo ablazione della tachicardia ventricolare per predire il rischio di recidiva tardiva

Uno studio ha valutato la capacità di una stimolazione programmata non-invasiva ( NIPS ) dopo ablazione della tachicardia ventricolare e di identificare i pazienti ad alto rischio di recidiva. Lo s …


 

Potenziale proaritmico del Dronedarone: le evidenze dalle segnalazioni al sistema AERS della FDA

Sono state esaminate le segnalazioni spontanee contenute nel database AERS ( Adverse Event Reporting System ) della FDA ( Food and Drug Administration ) per il periodo luglio 2009 e giugno 2011. …


 

Caratteristiche cliniche ed elettrocardiografiche dei pazienti con intervallo QT corto

La sindrome del QT corto è uno dei disturbi sottostanti connessi con la fibrillazione ventricolare. Tuttavia, la precisa implicazione prognostica di un intervallo QT corto rimane non ben defini …


 

Uso di statine e fibrillazione atriale post-operatoria dopo chirurgia maggiore non-cardiaca

Sebbene le statine ( farmaci ampiamente utilizzati come ipocolesterolemizzanti ) probabilmente riducono le complicanze ischemiche perioperatorie, esistono pochi dati riguardo agli effetti delle statin …

Aggiornamenti sulle Aritmie by Xagena

Aritmologia.net


https://www.aritmologia.net
Aritmologia.net: Le Novità in Aritmologia. Terapia antiaritmica e Ablazione transcatetere. Prevenzione dell’ictus.

Farmaci

Efficacia dell’impiego a breve termine dei farmaci antiaritmici …

Ablazione chirurgica

Ablazione chirurgica della fibrillazione atriale durante …

Ablazione della fibrillazione

Rischio di mortalità dopo ablazione transcatetere della …

Chirurgia cardiaca

La fibrillazione atriale dopo chirurgia cardiaca è associata a …

Aritmologia News

Mortalità precoce dopo ablazione con catetere della tachicardia …

Links Aritmologia

More Links. Ablazione · Ablazione chirurgica · Ablazione …

Fibrillazione atriale valvolare

Fibrillazione atriale non-valvolare e terapia anticoagulante per la …

Aritmie atriali

Aumento della prevalenza della fibrillazione atriale e delle …

Controllo del ritmo

Controllo della frequenza rispetto a controllo del ritmo per la …

Blocco atrioventricolare indotto …

Blocco atrioventricolare indotto da farmaci. I beta bloccanti, il …

Aritmologia Newsletter

ALERT Aritmologia !

Focus On: Prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale

Edoxaban a dosaggio ridotto efficace anche nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare e a più alto rischio di emorragie

I risultati dello studio clinico di fase 3 ENGAGE AF-TIMI 48 hanno dimostrato l’efficacia del nuovo anticoagulante orale Edoxaban ( Lixiana ) anche a basso dosaggio in un sottogruppo di pazienti affe …

Corretto impiego dei farmaci antiaritmici / Dronedarone / Fibrillazione atriale

Le lineeguida hanno posizionato il Dronedarone come antiaritmico di prima linea in molti pazienti con fibrillazione atriale / flutter atriale. Il farmaco non deve essere impiegato nei pazienti con insufficienza cardiaca avanzata e nei pazienti che presentano fibrillazione atriale permanente. ( Gerald V Naccarelli – Penn State Hershey Heart and Vascular Institute, USA )

Keynote

A) L’impiego di farmaci antiaritmici di classe Ic nei pazienti con fibrillazione atriale affetti da malattia coronarica è limitato a causa di possibili gravi effetti collaterali. Nella analisi post hoc il Dronedarone appare sicuro e riduce l’ospedalizzazione cardiovascolare e la mortalità nei pazienti con malattia coronarica stabile e fibrillazione atriale non-permanente.

B) Il Dronedarone ( ma non il placebo ) riduce il prodotto tra frequenza cardiaca e pressione sistolica ( RPP ) limitando in tal modo l’ischemia da richiesta. Questo effetto è più accentuato nei pazienti con esacerbazioni di fibrillazione atriale.

C) Nei pazienti con malattia coronarica stabile e fibrillazione atriale non-permanente, il Dronedarone riduce l’incidenza di eventi coronarici acuti. Questo effetto è maggiore nei pazienti con ridotta frazione di eiezione ventricolare sinistra.-

Effetto del Dronedarone sugli endpoint clinici nei pazienti con fibrillazione atriale e cardiopatia coronarica

Uno studio ha valutato la sicurezza e gli esiti cardiovascolari del farmaco antiaritmico Dronedarone ( Multaq ) nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica o persistente affetti da malattia c …

Aritmologia Notizie by Xagena

News Aritmologia

Mortalità ed eventi cerebrovascolari dopo ablazione transcatetere a radiofrequenza della fibrillazione atriale

La fibrillazione atriale è associata a un significativo aumento del rischio di ictus e di mortalità. Non è chiaro se il mantenimento del ritmo sinusale dopo ablazione con radiofrequenza ( RFA ) sia …

Follow-up a lungo termine dopo ablazione della fibrillazione atriale nei pazienti con compromissione della funzione sistolica del ventricolo sinistro

La ablazione della fibrillazione atriale è sempre più utilizzata nei pazienti con ridotta frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ), ma i risultati a lungo termine sono ancora sconosciuti. …

Denervazione simpatica cardiaca nei pazienti con aritmie ventricolari refrattarie o tempesta elettrica

La denervazione simpatica cardiaca bilaterale e sinistra ha dimostrato di ridurre il carico di aritmie ventricolari in acuto in un piccolo numero di pazienti con tempesta di tachiaritmia ventricolare.

Informazioni validate in Aritmologia by Xagena

Aritmologia News

Dronedarone, un antiaritmico controverso

Secondo i medici del Cedars-Sinai Heart Institute, il farmaco antiaritmico Dronedarone ( Multaq ) ha una modesta efficace e un profilo di sicurezza non-favorevole.Sul Journal of the American College of Cardiology ( JACC ) è comparsa una revisione dei dati presentati dal produttore, Sanofi-Aventis, all’Agenzia statunitense per il controllo dei farmaci per l’approvazione di Mu […]

Confronto tra farmaci antiaritmici e ablazione transcatetere a radiofrequenza nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica

I farmaci antiaritmici sono comunemente utilizzati per la prevenzione della fibrillazione atriale ricorrente nonostante la scarsa efficacia e gli effetti avversi frequenti.Come alternativa nel trattamento della fibrillazione atriale parossistica è stata proposta l’ablazione con catetere.Per determinare l’efficacia dell’ablazione con catetere rispetto alla terap […]

Fibrillazione atriale: forti dubbi sulla sicurezza di Multaq, un nuovo antiaritmico

Lo studio prospettico, randomizzato PALLAS è stato interrotto precocemente. Lo studio stava valutando la sicurezza e l’efficacia del nuovo antiaritmico Dronedarone ( Multaq ) nei pazienti con fibrillazione atriale cronica.Lo studio è stato bloccato a causa di eventi cardiovascolari avversi nel braccio Dronedarone.Multaq è stato approvato per i pazienti con fibrillazione […]

Ablazione transcatetere della tachicardia ventricolare stabile prima di impianto di defibrillatore in pazienti con coronaropatia

In pazienti con tachicardia ventricolare e una storia di infarto del miocardio, l’impianto di un defibrillatore cardioversore impiantabile ( ICD ) può prevenire la morte cardiaca improvvisa e di conseguenza ridurre la mortalità totale.Tuttavia le scariche del dispositivo impiantabile sono dolorose e non garantiscono protezione completa contro la morte cardiaca improvvisa. […]

Tecniche di ablazione della fibrillazione atriale

I successi delle procedure chirurgiche di ablazione proposte da Cox et al nei primi anni ’90 avevano stimolato gli elettrofisiologi a riprodurre la procedura chirurgica Maze con approccio transvenoso, mediante lesioni lineari prodotte da cateteri con radiofrequenza. Questi tentativi tuttavia ottennero scarsi successi, per cui gli elettrofisiologi si rivolsero verso strategie atte a colpire […]

Rischio di eventi aritmici fatali in pazienti con sindrome del QT lungo dopo sincope

Uno studio ha cercato di identificare i fattori di rischio di aritmie fatali in pazienti con sindrome del QT lungo che si manifestano con sincope.La sincope è fortemente predittiva di future aritmie fatali nella sindrome del QT lungo; tuttavia non sono disponibili dati sulla stratificazione del rischio e le strategie di gestione nel sottogruppo di pazienti ad alto rischio con si […]