Crea sito

Infarto miocardico Newsletter by Xagena

ALERT Infarto miocardico !

Top News / FDA: uso non-corretto dei medicinali a base di Testosterone e rischio di infarto miocardico e di ictus

L’FDA ha messo in guardia sull’utilizzo di prodotti a base di Testosterone per bassi valori di testosterone a causa dell’invecchiamento: possibile aumento del rischio di infarto miocardico e di ictus

La Food and Drug Administration ( FDA ) ha richiesto ai produttori di tutti i medicinali approvati a base di Testosterone di cambiare la scheda tecnica in modo da chiarire i corretti impieghi di quest …

Nuovi antiaggreganti piastrinici

Pazienti che necessitano di un intervento coronarico percutaneo: Cangrelor presenta un profilo rischio-beneficio favorevole se impiegato in combinazione con Bivalirudina

Uno studio ha esaminato l’efficacia e gli esiti di sanguinamento di Cangrelor ( Kengrexal ) nei pazienti dello studio CHAMPION PHOENIX ( A Clinical Trial Comparing Cangrelor to Clopidogrel Standard Th …

News

Pazienti post-infartuati: la resistenza all’insulina predice il rischio di eventi coronarici ricorrenti

I ricercatori hanno studiato il rischio di eventi coronarici ricorrenti associati alla resistenza all’insulina nei pazienti post-infartuati che avevano preso parte allo studio THROMBO ( Thrombogenic F …

Ticagrelor prima del ricovero per infarto del miocardico con sopraslivellamento del segmento ST

L’antagonista ad azione diretta del recettore piastrinico P2Y12 Ticagrelor ( Brilique ) può ridurre l’incidenza di eventi cardiovascolari avversi quando viene somministrato al momento del ricovero in …

Focus On: Morfina

Infarto STEMI, la somministrazione per via endovenosa della Morfina prima della procedura PCI è indipendentemente associata a successo sotto-ottimale della riperfusione

La Morfina per via endovenosa ( IV ) ha dimostrato di essere associata in modo indipendente a esiti clinici avversi nei pazienti con infarto non-STEMI. Attualmente, non ci sono dati sulla associazio …

Pazienti con infarto miocardico acuto con sopraslivellamento ST sottoposti a intervento coronarico percutaneo: la Morfina è associata a una ritardata attività degli antipiastrinici orali

La Morfina è raccomandata nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento ST ( STEMI ), inclusi quelli sottoposti a intervento coronarico percutaneo ( PCI ). L’effetto antiaggregante non- …

Focus On: Prevenzione cardiovascolare

L’aggiunta di Ezetimibe alla Simvastatina permette di ridurre l’incidenza di ictus e di infarto miocardico nei pazienti con sindrome coronarica acuta

Non era stato ancora dimostrato che ridurre i livelli di colesterolo LDL al di sotto degli obiettivi stabiliti dalle lineeguida ( valore inferiore a 100 mg/dl per la popolazione generale, valore inferiore a 70 per i pazienti a rischio elevato ), con … Leggi

Evidence-based Medicine :: Medicina basata sull’Evidenza

EBM, una branca della Medicina che si propone di facilitare le decisioni diagnostiche e terapeutiche, con risvolti anche nella gestione delle risorse economiche

Polypill strategy improves adherence for secondary prevention following an acute myocardial infarction

Adherence to evidence-based cardiovascular medications after an acute myocardial infarction is low after the first 6 months. The use of fixed-dose combinations ( FDC ) has been shown to improve treatm …

ST-segment elevation myocardial infarction: efficacy of MGuard, an embolic protection stent as a function of delay to reperfusion

The ability of stent implantation to improve indexes of reperfusion may depend on the time to reperfusion in acute ST-segment elevation myocardial infarction ( STEMI ) and may also vary with stent typ …

Pharmaco-invasive strategy versus primary percutaneous coronary intervention in ST-segment-elevation myocardial infarction patients: 1-year mortality follow-up

In the Strategic Reperfusion Early After Myocardial Infarction ( STREAM ) trial, a pharmaco-invasive ( PI ) strategy was compared with primary percutaneous coronary intervention ( pPCI ) in ST-segment

Per iscriversi alla Newsletter Evidence Medicine in inglese

Coloro che sono GIA’ ISCRITTI ad altre Newsletter Xagena possono accedere al Pannello di Controllo al sito XagenaWeb.it inserendo l’indirizzo e-mail con il quale ricevono le Newsletter e la Password personale [ RIPORTATA IN FONDO A OGNI NEWSLETTER ]  E’ importante confermare la modifica cliccando sul tasto SALVA MODIFICA

FarmaExplorer.it :: Il Database di News sui farmaci per i Medici

Effetto della Metformina sulla funzione ventricolare sinistra dopo infarto miocardico acuto nei pazienti senza diabete

Il trattamento con Metformina ( Glucophage, MetBay ) è associato a un miglioramento dell’esito dopo infarto miocardico nei pazienti con diabete. Negli studi sperimentali sugli animali la Metformina preserva la funzione ventricolare … Leggi

Infarto miocardico con sopraslivellamento ST complicato da fibrillazione ventricolare: caratteristiche cliniche, fattori di rischio, e trattamento

La fibrillazione ventricolare è una delle più gravi complicanze dell’infarto miocardico acuto, con un alto tasso di mortalità.Non è noto l’effetto della trombolisi di salvataggio nell’infarto STEMI ( infarto miocardico con … Leggi

Le statine possono ridurre l’incidenza di infarto miocardico e di ictus nei pazienti anziani senza storia di malattia cardiovascolare

Una meta-analisi, eseguita da ricercatori della Università Federico II di Napoli, che ha valutato l’uso delle statine ( note anche come inibitori di HMG-CoA reduttasi ) nei pazienti anziani senza storia di malattia cardiovascolare, ha indicato una … Leggi

Ematologia Newsletter by Xagena

ALERT Ematologia !

Top News / Approvato negli Stati Uniti il primo inibitore HDAC nel mieloma multiplo

Farydak, il primo inibitore HDAC per i pazienti con mieloma multiplo che hanno ricevuto almeno due precedenti regimi terapeutici tra cui Bortezomib e IMiD

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Farydak ( Panobinostat, precedentemente conosciuto come LBH589 ) capsule in combinazione con Bortezomib ( Velcade ) e Desametasone per il trattamen …

Focus On: terapia del mieloma multiplo

Mieloma multiplo recidivato: Carfilzomib superiore a Bortezomib nell’allungare la sopravvivenza libera da progressione

Una analisi ad interim programmata ha mostrato che lo studio di fase 3 ENDEAVOR che ha messo a confronto Carfilzomib ( Kyprolis ) per via iniettiva in combinazione con Desametasone a basso dosaggio c …

Farmaci approvati dalla Commissione Europea
A) Mieloma multiplo

Revlimid per il trattamento dei pazienti adulti con mieloma multiplo precedentemente non-trattato, non-eleggibili al trapianto, approvato in Europa

La Commissione Europea ha approvato Revlimid ( Lenalidomide ) per il trattamento dei pazienti adulti con mieloma multiplo, mai trattati in precedenza, non-eleggibili al trapianto. Revlimid è già in …

B) Linfoma mantellare

Unione europea: Velcade approvato nel linfoma mantellare

La Commissione Europea ha approvato l’impiego di Velcade ( Bortezomib ) in combinazione con Rituximab, Ciclofosfamide, Doxorubicina e Prednisone per il trattamento dei pazienti adulti con linfoma a ce …

FDA / Food and Drug Administration

Imbruvica per il trattamento della macroglobulinemia di Waldenstrom

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato l’espansione delle indicazioni di Imbruvica ( Ibrutinib ) per il trattamento della macroglobulinemia di Walde …

Evidence-based Medicine :: Medicina basata sull’Evidenza

EBM, una branca della Medicina che si propone di facilitare le decisioni diagnostiche e terapeutiche, con risvolti anche nella gestione delle risorse economiche

Higher risk of silent infarction in the brain on MRI after carotid angioplasty and stenting in comparison with carotid endarterectomy

Silent infarction in the brain can be detected in around 34% of patients after carotid endarterectomy ( CEA ) and 54% after carotid angioplasty and stenting ( CAS ). A study has compared the risk of …

Chronic venous insufficiency: manual lymphatic drainage treatment ameliorates CVI severity and related edema, symptoms, and pain HRQOL

The objective of a single-blind randomized controlled trial was to evaluate the efficacy of manual lymphatic drainage ( MLD ) in improving health-related quality of life ( HRQOL ), symptomatology, and …

Intermittent pneumatic compression prevents deep vein thrombosis, improves survival but not functional outcomes

The results of the CLOTS 3 trial showed that intermittent pneumatic compression ( IPC ) reduced the risk of deep vein thrombosis and improved survival in immobile patients with stroke. Intermittent …

Per iscriversi alla Newsletter Evidence Medicine in inglese

Coloro che sono GIA’ ISCRITTI ad altre Newsletter Xagena possono accedere al Pannello di Controllo al sito XagenaWeb.it inserendo l’indirizzo e-mail con il quale ricevono le Newsletter e la Password personale [ RIPORTATA IN FONDO A OGNI NEWSLETTER ]  E’ importante confermare la modifica cliccando sul tasto SALVA MODIFICA

FarmaExplorer.it :: Database di news sui farmaci per i Medici

FDA ha approvato Zydelig per leucemia linfatica cronica, linfoma a piccoli linfociti, linfoma follicolare

La FDA ( Food and Drug Adminstration ) ha approvato l’inibitore della PI3 chinasi delta, Idelalisib ( Zydelig ), come monoterapia per i pazienti con linfoma non-Hodgkin follicolare a cellule B e linfoma a piccoli linfociti, e anche come parte … Leggi

Idelalisib, un inibitore della fosfatidilinositolo-3- chinasi p110delta, nella leucemia linfatica cronica recidivata o refrattaria

In uno studio di fase 1, Idelalisib ( Zydelig ), un inibitore selettivo della chinasi lipidica PI3K delta, è stato valutato in 54 pazienti con leucemia linfatica cronica ( LLC ) recidivata / refrattaria con caratteristiche avverse, tra cui … Leggiù

Beleodaq per il trattamento del linfoma periferico a cellule T, approvato dalla FDA

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Beleodaq ( Belinostat ) per il trattamento di pazienti con linfoma periferico a cellule T, un raro tipo di linfoma non-Hodgkin ( NHL ) a rapida crescita. Il linfoma periferico a cellule T … Leggi

Lenalidomide più R-CHOP21 negli anziani con linfoma diffuso a grandi cellule B non-trattato

Fino al 40% dei pazienti anziani con linfoma diffuso a grandi cellule B ( DLBCL ) non-trattato a cui viene somministrato un regime di Rituximab, Ciclofosfamide, Doxorubicina, Vincristina e Prednisone ogni 21 giorni ( R-CHOP21 ) recidiva o sviluppa … Leggi