Crea sito

Sclerosi Multipla Newsletter

ALERT Sclerosi multipla !

Speciale Sativex

Almirall ha annunciato che Sativex è disponibile in Italia come farmaco di prescrizione per l’uso nel trattamento della spasticità da moderata a grave nei pazienti con sclerosi multipla, che non hanno risposto adeguatamente ad altri farmaci antispastici.

Il farmaco è rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale come classe H ( farmaco erogato in ambito ospedaliero )

Trattamento della spasticità moderata-grave nella sclerosi multipla: Sativex

La spasticità è un sintomo particolarmente debilitante nella sclerosi multipla, e spesso non risponde agli attuali farmaci antispastici.Sativex è il primo farmaco contenente cannabinoidi per il trattamento della spasticità nella sclerosi multipla. Sativex, composto da due componenti attivi primari, il THC ( delta-9-Tetraidrocannabinolo ) e CBD ( Can […]

Altre News Sativex

Impiego nel lungo periodo di Sativex nei pazienti con spasticità dovuta alla sclerosi multipla

Sativex è un modulatore del sistema degli endocannabinoidi, contenente principalmente delta(9)-Tetraidrocannabinolo ( THC ) e Cannabidiolo ( CBD ). Durante uno studio di 6 settimane, randomizzato e co …

Confronto tra spray per mucosa orale THC/CBD e placebo nel sollievo del dolore neuropatico centrale nei pazienti con sclerosi multipla

Il dolore neuropatico centrale si verifica in molti pazienti con sclerosi multipla. Fornire un adeguato sollievo dal dolore per questi pazienti può risultare molto difficile. Uno studio di fase III ha …

La valutazione del profilo di sicurezza e di tollerabilità di Sativex nella sclerosi multipla

L’adozione di nuove terapie farmacologiche comporta una valutazione del rischio-beneficio sulla base della migliore evidenza clinica, compresi gli studi clinici, ma anche di dati di pratica clinica. T …

Altre News

I pazienti con sclerosi multipla presentano un minor rischio di cancro

Sembra che i pazienti con sclerosi multipla abbiano un più basso rischio di cancro, secondo quanto emerge da uno studio condotto da ricercatori della University of British Columbia e Vancouver Coastal Health.Lo studio è il primo a indagare il rischio complessivo di cancro nei pazienti con sclerosi multipla in Nord America.Considerando che il sistema i […]

Sclerosi multipla: simultanea leucoencefalopatia multifocale progressiva e sindrome infiammatoria da ricostituzione immunitaria dopo la sospensione di Natalizumab

La leucoencefalopatia multifocale progressiva ( PML ) è una grave complicanza della terapia con Natalizumab ( Tysabri ) nei pazienti con sclerosi multipla, spesso accompagnata da una sindrome infiamma …

Speciale CCSVI by Alessandro Rasman

Angioplastica transluminale percutanea per il trattamento della insufficienza venosa cronica cerebrospinale nei pazienti con sclerosi multipla

Recentemente è stato ipotizzato che la insufficienza venosa cronica cerebrospinale ( CCSVI ) possa essere un fattore importante nella patogenesi della sclerosi multipla. Il trattamento proposto per la …

Consumo di ossigeno muscolare secondo spettroscopia NIR e mobilità nei pazienti con sclerosi multipla

Lo studio del metabolismo muscolare mediante spettroscopia nel vicino infrarosso ( NIRS ) è stato scarsamente applicato nella sclerosi multipla. Uno studio ha confrontato il consumo di ossigeno del mu …

Compressione extravascolare del percorso venoso extracranico nei pazienti con insufficienza venosa cronica cerebrospinale e sclerosi multipla

È stata esaminata l’incidenza e la distribuzione della compressione extravascolare della via venosa extracranica ( vene giugulari e/o azygos ) nei pazienti con sclerosi multipla con insufficienza veno …

Insufficienza venosa cronica cerebrospinale

La insufficienza venosa cronica cerebrospinale ( CCSVI ) è una entità vascolare recentemente descritta; è caratterizzata da un ristretto deflusso venoso dal cervello e dal midollo spinale attraverso l …
MediExplorer: motore di ricerca EASY & FAST
La localizzazione delle lesioni cerebrali prevede la conversione delle sindromi clinicamente isolate a sclerosi multipla

È stata valutata in una ampia popolazione di pazienti con sindrome clinicamente isolata la rilevanza della localizzazione e della frequenza delle lesioni cerebrali nel predire la conversione a 1 anno a sclerosi multipla.In questo studio … Leggi

Interferone beta-1a pegilato a somministrazione mensile efficace nella sclerosi multipla recidivante-remittente

Una forma pegilata di Interferone beta-1a, somministrata una volta al mese, si è dimostrata efficace nel ridurre i tassi di recidiva nella sclerosi multipla recidivante-remittente.I tassi di recidiva annualizzati con il PegInterferone beta-1a … Leggi

Malattie autoimmuni dopo trattamento con Alemtuzumab per la sclerosi multipla

È stato effettuato uno studio per definire la velocità, i tempi, e i fattori di rischio clinici per lo sviluppo di malattie autoimmuni dopo trattamento con Alemtuzumab ( Lemtrada ) per la sclerosi multipla.Sono stati analizzati i dati … Leggi

Efficacia della terapia con Ciclofosfamide nella sclerosi multipla refrattaria nei pazienti pediatrici

I Ricercatori del Hospital for Sick Children, dell’University of Toronto in Canada, hanno rivisto in maniera retrospettiva le cartelle cliniche dei bambini con sclerosi multipla con l’obiettivo di fare il punto sulla propria esperienza … Leggi

Il trattamento con Fingolimod porta a un aumento del volume maculare nella sclerosi multipla

Uno studio osservazionale ha cercato di determinare se Fingolimod ( Gilenya ), un modulatore del recettore della sfingosina-1-fosfato per via orale approvato per il trattamento della sclerosi multipla, porta generalmente a un aumento del volume del … Leggi

Una meta-analisi conferma il legame tra CCSVI e sclerosi multipla

Una meta-analisi ha mostrato una forte associazione, statisticamente significativa, tra insufficienza venosa cronica cerebrospinale ( CCSVI ) e sclerosi multipla.Tuttavia, la forte eterogeneità tra gli studi impedisce una conclusione … Leggi

Esiti ostetrici in donne con sclerosi multipla ed epilessia

I Ricercatori della Stanford University School of Medicine negli Stati Uniti, hanno valutato le gravidanze in donne con sclerosi multipla ed epilessia, e hanno confrontato gli esiti di queste gravidanze con quelli di donne con diabete mellito … Leggi

Alta dose di vitamina D nella sclerosi multipla recidivante-remittente

Una più alta latitudine, una minore esposizione alla luce ultravioletta, e un più basso livello sierico di 25-Idrossivitamina D ( 25OHD ) correlano con più elevata prevalenza di sclerosi multipla, maggior tasso di recidiva e … Leggi

La maggior parte dei pazienti con sclerosi multipla presenta un contenuto anomalo di ferro nella materia grigia profonda

E’ noto che i pazienti con sclerosi multipla tendono ad avere depositi di ferro anomali nelle placche di sclerosi multipla e attorno, nei gangli basali e nel talamo.Uno studio ha utilizzato la tecnica SWI ( immagini pesate in suscettibilità ) … Leggi

Un integratore a base di N-Acetilglucosamina è in grado di sopprimere la risposta autoimmune nella sclerosi multipla

La N-Acetilglucosamina ( GlcNAc ) per os, che è simile ma più efficace della Glucosamina, inibisce la crescita e la funzione di cellule T anormali; queste cellule nella sclerosi multipla inducono, in modo non-corretto, il sistema … Leggi

Sclerosi multipla Newsletter

ALERT Sclerosi multipla !
Top News / Senso di stanchezza e sclerosi multipla (  A cura di Alessandro Rasman )

Alfacalcidolo migliora il senso di stanchezza nei pazienti con sclerosi multipla

Un analogo sintetico della Vitamina-D, Alfacalcidolo ( anche noto come 1a-idrossivitamina D3; Dediol ) riduce il senso di stanchezza nei pazienti con sclerosi multipla. Inoltre, l’Alfacalcidolo ha an …
Altre News

Atrofia cerebrale regionale associata a fatica nei pazienti con sclerosi multipla

La fatica è uno dei sintomi più comuni della sclerosi multipla e può limitare notevolmente la capacità del paziente di svolgere le attività della vita quotidiana. La causa della fatica nei pazienti c …

Effetti del bacillo di Calmette-Guérin dopo il primo evento demielinizzante nel sistema nervoso centrale

Sono stati valutati gli effetti del bacillo di Calmette-Guérin ( BCG ) dopo sindromi clinicamente isolate ( CIS ). In uno studio in doppio cieco, controllato con placebo, i partecipanti sono stati …

Effetto del Alfacalcidolo sulla fatica nei pazienti con sclerosi multipla

Uno studio ha valutato l’effetto di un analogo della vitamina D, Alfacalcidolo, sulla fatigue nella sclerosi multipla. La fatica è uno dei sintomi più comuni e invalidanti della sclerosi multipla, no …

European Medicine Agency  ( EMA )

Sclerosi multipla recidivante-remittente: ampliate le indicazioni di Gilenya nell’Unione Europea

La Commissione Europea ha approvato l’allargamento dell’indicazione per Fingolimod ( Gilenya ) nella sclerosi multipla recidivante-remittente ( SMRR ) fino a includere i pazienti adulti che non hanno … leggi Articolo
Focus On: Insufficienza venosa cronica cerebrospinale ( CCSVI )

C’è un legame tra la patologia del sistema nervoso centrale e il sistema venoso extracranico ?

Il sistema venoso extracranico è complesso e variabile tra gli individui. Fino a poco tempo, tali variazioni erano riconosciute come varianti dello sviluppo e non sono state considerate patologiche. …

Sclerosi multipla Newsletter by Xagena

ALERT Sclerosi multipla !

Top News / Trapianto di cellule staminali

Cellule staminali per il trattamento dei pazienti con sclerosi multipla secondaria progressiva

Uno studio clinico di fase 2 ha messo a confronto il trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche ( AHSCT ) e il Mitoxantrone ( Novantrone ) nel trattamento di pazienti con sclerosi multipla …

Terapie sperimentali

Un passo verso il trattamento della sclerosi multipla ? Un anti-Lingo-1 ripristina la mielina nella neurite ottica acuta

Sono stati pubblicati i risultati dello studio di fase 2 AON ( acute optic neuritis ) RENEW. Lo studio ha valutato un anti-LINGO-1, un farmaco che ripristina la mielina. I risultati dello studio ha …

Speciale CCSVI – A cura di Alessandro Rasman

Micro-depositi di calcio nelle malformazioni venose tronculari a livello delle giugulari rivelate da tecniche XRF con luce di sincrotrone

E’ stato dimostrato che la vena giugulare interna può presentare anomalie classificate come malformazioni venose tronculari ( TVM ). La ricerca di eventuali anomalie morfologiche e biochimiche a li …

Il tempo della circolazione cerebrale è prolungato e non si correla con la scala EDSS nella sclerosi multipla

La letteratura ha indicato che i pazienti con sclerosi multipla sono interessati a cambiamenti nella circolazione a livello cerebrale. Ricercatori dell’Ospedale universitario Santa Maria alle Scotte …

News

Il trattamento con Fampridina SR ha effetti significativi su diversi domini, tra cui la parte superiore e inferiore del corpo e la funzione cognitiva

Uno studio ha valutato l’effetto della Fampridina a lento rilascio ( SR ) ( Fampyra ) su più misure di esito, e ha confrontato la responsività ai test SSST ( Step Test Six Spot ) e T25FW ( Timed 25 F …

Sclerosi multipla: l’espressione di miRNA a livello sierico è un possibile marcatore di rischio per la leucoencefalopatia multifocale progressiva associata a Natalizumab

Natalizumab ( Tysabri ) ha dimostrato di essere efficace nel ridurre le recidive di sclerosi multipla e la progressione della disabilità; tuttavia, il farmaco è risultato associato a un aumentato risc …

FarmaExplorer :: Motore di ricerca sui Farmaci per i Medici

Efficacia del Peginterferone beta-1a nella sclerosi multipla recidivante-remittente dopo 48 settimane di trattamento

Lo studio di fase III ADVANCE ha valutato la sicurezza e l’efficacia del Peginterferone beta-1a ( Plegridy ), somministrato per via sottocutanea alla dose di 125 mcg una volta ogni due o quattro settimane, rispetto al placebo, nel trattamento … Leggi

Effetti della Cannabis sulle capacità cognitive nei pazienti con sclerosi multipla

Sono stati determinati i correlati funzionali e strutturali di neuroimaging di disfunzioni cognitive associate con l’uso di Cannabis nella sclerosi multipla. In uno studio trasversale, 20 soggetti con sclerosi multipla che fumavano Cannabis e 19 … Leggi

Sclerosi multipla recidivante: RPC1063, un modulatore del recettore S1P, sembra avere una bassa incidenza di reazioni avverse a livello cardiaco

I risultati di uno studio di fase II, RADIANCE, riguardo al farmaco sperimentale, RPC1063, per il trattamento della sclerosi multipla recidivante dotato dello stesso meccanismo di Fingolimod ( Gilenya ) sono stati presentati al Congresso annuale … Leggi

Alemtuzumab: mantenimento dell’effetto in più di due terzi dei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente a 4 anni

I risultati intermedi del secondo anno dello studio di estensione di Alemtuzumab ( Lemtrada ) per la sclerosi multipla sono stati presentati al Meeting ECTRIMS ( European Committee for Research and Treatment in Multiple Sclerosis ). In questa … Leggi

Sclerosi multipla: test basato sulla L-selectina per identificare i pazienti a rischio di leucoencefalopatia multifocale progressiva con Natalizumab

Un nuovo test sembra essere in grado di stratificare i pazienti con sclerosi multipla a rischio di leucoencefalopatia multifocale progressiva ( PML ), mentre sono in trattamento con Natalizumab ( Tysabri ). Il test si basa sull’evidenza che i … Leggi

Effetto del Alfacalcidolo sulla fatica nei pazienti con sclerosi multipla

Uno studio ha valutato l’effetto di un analogo della vitamina D, Alfacalcidolo, sulla fatigue nella sclerosi multipla. La fatica è uno dei sintomi più comuni e invalidanti della sclerosi multipla, non responder in modo efficace alle attuali … Leggi